Influencer Marketing Virality

VIRALITY BLOG

Trova Nuove Collaborazioni! Fai Crescere al meglio il tuo account Instagram ❤️

Guadagna Grazie A Virality

Leggi La Guida!

Scopri se l'Influencer Marketing è la scelta giusta per il tuo Brand.

Caro Instagrammer, oggi sveleremo il grande mistero che si nasconde dietro al tanto chiacchierato termine shadowban Instagram.

Ultimamente ti è capitato di notare un brusco e inspiegabile calo dell’engagement dei tuoi post?

Usi tutte le strategie corrette per aumentare follower ed engagement, eppure i tuoi post ricevono meno like e commenti del solito?

Ecco, se così fosse, è molto probabile che il tuo account Instagram sia vittima dello shadowban, una penalizzazione causata dall’algoritmo di Instagram.

Cos’è lo shadowban Instagram e come agisce

Shadowban Instagram è la parola usata per definire la sospensione o la penalizzazione di un utente o un contenuto del web, da una community online, senza che l’utente se ne renda conto.

Piattaforme social e siti web come Craiglist, Reddit, WeChat e Twitter hanno usato questo termine, molto prima che diventasse così popolare con Instagram in questi ultimi due anni.

Anche su Instagram, lo shadowban agisce allo stesso modo: causa la mancata visualizzazione dei post di alcuni account quando si effettua la ricerca degli hashtag usati.

Nello specifico, se qualcuno che non segue il tuo account cerca uno degli hashtag da te usati, non sarà in grado di vedere il tuo contenuto.

come funziona lo shadowban Instagram

La maggior parte delle sospensioni attuate da Instagram porta l’intero profilo a essere completamente oscurato e bloccato.

Impedendo ogni tipo di attività per un tempo determinato o, nei casi peggiori, indeterminato; lo shadowban invece si limita ad agire sui contenuti del feed nella ricerca degli hashtag.

Questo però non dovrebbe portarci a sottovalutare il danno che lo shadowban origina, sconfiggendo lo scopo dell’utilizzo di hashtag strategici per far crescere la propria community e aumentare l’engagement dei post.

Come evitare lo shadowban Instagram

Prima ancora di capire se si è soggetti allo shadowban e come uscirne, capiamo quali misure adottare per evitalo in primo luogo, meglio prevenire che curare!

Non usare hashtag sospesi o danneggiati 

Con oltre 800 milioni di account attivi, non sempre Instagram riesce a controllare con facilità la pubblicazione di post offensivi, che violano le condizioni d’uso della piattaforma.

Ad esempio, molti hashtag apparentemente innocui, vengono usati per condividere contenuti espliciti e inappropriati.

Shadowban Instagram: hashtag

In questi casi, Instagram sospende completamente l’hashtag o ne blocca la visibilità.

Con l’introduzione dello shadowban, anche se solo uno degli hashtag utilizzati nel post è sospeso o danneggiato, l’intero contenuto viene penalizzato e nascosto dalla sezione ricerca degli hashtag.

Non usare software che violano i termini di servizio di Instagram

Con l’ultimo implemento dell’algoritmo di Instagram, utilizzare BOT che incrementano like, commenti e follower in modo automatico è diventato sempre più difficile.

Oltre a questo, utilizzare software che automatizzano le attività di posting e interazione può non solo portare a essere vittime dello shadowban, ma anche ad essere completamente sospesi da Instagram per la violazione delle condizioni d’uso.

Evitare un sovraccarico delle attività su Instagram

Per stanare e ed eliminare l’utilizzo dei BOT, Instagram limita il numero delle attività sul social e, se superate, riceverai prima un blocco temporaneo Instagram.

Sappi che, indicativamente, è meglio evitare di superare i  150-200 like, 60 commenti, e 60 follow/unfollow all’ora.

Evitare di essere segnalati da altri utenti

Può succedere che uno o più utenti segnalino un profilo per contenuti inappropriati, spam o altre violazioni, portando tutto ciò all’attenzione di Instagram.

Quest’ultimo potrebbe infliggere lo shadowban come una sorta di “punizione” nel caso in cui dovesse constatare che ci sia davvero una violazione delle condizioni d’uso.

Ricordati che, se hai qualche problema riguardante Instagram, puoi entrare nella nostra community Facebook ufficiale.

Come “diagnosticare” lo shadowban Instagram

Dato che parliamo di una penalizzazione che agisce nell’ombra, capiamo insieme come scoprire esattamente se un account è soggetto allo shadowban.

Il modo migliore per fare ciò è controllare se i propri contenuti appaiono nella ricerca degli hashtag

Utilizzando un altro account che non segue il tuo, ricerca tutti gli hashtag usati nei tuoi post più recenti.

Se i tuoi contenuti appaiono nella ricerca (nei Top Post o nei Post più recenti) allora sei al sicuro.
Se i tuoi post non vengono visualizzati, è probabile che ci sia di mezzo lo zampino dello shadowban. 

Come restaurare un account soggetto allo shadowban Instagram

Se scopri che il tuo account è soggetto allo shadowban, puoi cercare di modificare alcune delle tue attività di posting per cercare di restaurare il tuo profilo Instagram.

Smettere di utilizzare hashtag sospesi o danneggiati

Avvaliti sempre della sezione ricerca degli hashtag per controllare che tutti gli hashtag che hai intenzione di utilizzare siano leciti e non sospetti. Inoltre, evita hashtag troppo popolari come ad esempio #follow4follow e #like4like.

Evitare di inserire gli hashtag nel primo commento

Spesso, ti sarà capitato di vedere gli hashtag inseriti nel primo commento dopo il post, invece che nella didascalia del post.

Questo metodo viene spesso adottato per “snellire” la caption e per evitare di mostrare ai propri follower gli hashtag utilizzati.

Cerca di non inserire più gli hashtag nel primo commento e di mantenerli sempre all’interno della caption.

Smettere di avvalersi di BOT o software automatici

Vale so stesso discorso fatto per evitare, in primo luogo, di essere soggetti allo shadowban: è meglio smettere di usare BOT o software esterni che violano le condizioni d’uso di Instagram.

Anche se ti sei iscritto a un servizio di BOT anni fa, questo potrebbe comunque essere ancora collegato al tuo account.

Come puoi scoprirlo?

  • Accedi a Instagram dal desktop
  • Accedi alla sezione “Modifica profilo” in alto a destra
  • Seleziona la voce “Applicazioni autorizzate”.

Da qui, puoi verificare eventuali applicazioni sospette o che non usi più e disattivarle con un clic su “Revoca accesso”. 

Prendersi una pausa da tutte le attività per aumentare l’engagement 

Interrompi tutte le altre attività di crescita come il Like Bombing, gli Instagram Pods o i gruppi Telegram per scambi di like e commenti, insomma i tools per aumentare l’engagement su Instagram.

Qualsiasi attività che non risulti autentica agli occhi di Instagram, potrebbe essere una possibile causa dello shadowban, che penalizzerà la visibilità del tuo profilo.

Prendi subito una pausa da tutto questo, almeno per qualche giorno.

Dopo la pausa potrai iniziare a interagire con la community come hai sempre fatto.

Ma ricorda di farlo manualmente.

Potrebbe richiedere più tempo, ma dimostra a Instagram che stai rispettando i loro termini di servizio.

Segnalare lo shadowban a Instagram

Sia Instagram che Facebook possono essere molto difficili da contattare e portarti via del tempo, ma segnalare lo shadowban Instagram potrebbe valerne la pena.

Nonostante Instagram abbia un’e-mail di supporto ufficiale (support@instagram.com), è un’idea migliore usare l’opzione nativa “Segnala un problema” all’interno dell’app stessa.

Per farlo:

  • Accedi al tuo profilo
  • Seleziona l’icona delle opzioni nell’angolo in alto a destra dello schermo
  • Scorri verso il basso e seleziona “Segnala un problema” dalla sezione “Assistenza”
  • Seleziona “Qualcosa non funziona”
  • Scrivi un breve messaggio che descrive chiaramente il problema.

come uscire dallo shadowban Instagram

Cambiare il profilo aziendale in profilo personale

Lo shadowban Instagram colpisce principalmente i profili business, quindi prova a tornare al profilo personale.

  • Vai sulle impostazioni di Instagram dal tuo profilo
  • Scorri fino alla voce “Torna all’account personale”
  • Sn seguito clicca su “Torna all’account standard”.

Scopri se rendere il tuo profilo Instagram privato è una strategia vincente.

Conclusioni

L’utilizzo di una buona strategia hashtag è uno dei modi migliori per aumentare l’engagement e il numero dei follower del proprio account Instagram, fino ad arrivare a guadagnare 100 follower al giorno o anche di più.

La penalizzazione in questione è deleteria e insidiosa.
La prevenzione è la chiave.

Cerca di utilizzare le principali funzioni di Instagram rispettando sempre le condizioni di utilizzo imposte.

Virality

Entra Nel Gruppo Privato Facebook

Ogni settimana Tips su: aumentare Follower, migliorare engagement e le tue insight.

Riceverai anche la nostra guida completa per ottenere il massimo da Instagram

Virality S.R.L. | P.IVA: 03674781202 | C.F. 03674781202 | REA: BO - 537872 | C.S. 11.764,71 (I.V.) | Via Isonzo 55 | Casalecchio di Reno | Bologna | Italia | Privacy Policy